venerdì 16 settembre 2016

Smalti per unghie, come farlo durare più a lungo quando si fa sport

Smalti per unghie a regola d’arte anche quando si fa sport agonistico? Perché no? E’ tempo di superare il luogo comune che per essere una vera sportiva bisogna rinunciare alla propria femminilità!
Oggi, a dimostrazione di come bellezza e sportività possano coesistere, ci sono le migliori campionesse al mondo che si presentano (in campo e fuori) sempre con look femminili che denotano un forte carattere vincente. E grande cura è dedicata spesso anche alla scelta degli smalti per unghie, abbinati alle divise sportive.
Tania Cagnotto, Federica Pellegrini, Antonija Misura, Maria Sharapova, Leryn Franco, Allison Stokke e moltissime altre, sono la dimostrazione che la sensualità e la femminilità non sono in contrasto con lo sport. Anzi il detto mens sana in corpore sano è da intendere anche come attenzione alla propria cura di sé, alla moda e ai dettagli.
Detto ciò, è ovvio che fare sport e stare sempre al top, richiede qualche attenzione in più, ad esempio la scelta di un make up molto leggero e l’utilizzo di trucchi waterproof in grado dir esistere al sudore.
Sportive e alla moda: così gli smalti per unghie durano di più
Per quanto riguarda la cura delle mani e l’utilizzo degli smalti per le unghie, il segreto è nella preparazione e nella costanza della cura. Bisogna dedicare almeno cinque, dieci minuti al giorno per idratare le unghie e le mani con lozioni oleose, come ad esempio olio di cocco biologico o lozioni cremose come ad esempio burro di karitè. Questo procedimento fa sì che la texture dell’unghia sia sempre liscia e il suo colore  sia roseo naturale.
Bisogna alternare fasi in cui portare lo smalto a fasi in cui l’unghia deve essere pulita, così da ossigenarsi, ad esempio durante la notte. Tra la fase dello smalto e quella senza, è opportuno utilizzare un indurente, che ha le fattezze di uno smalto trasparente o lattiginoso ricco di principi attivi, come la cheratina, che rendono l’unghia più dura e sana. Ecco, per le sportive l’utilizzo dell’indurente e un vero vade mecum che non può mancare.
Durante la fase della manicure, la lima è bene utilizzarla sempre in una sola direzione (da destra verso sinistra o viceversa) così da non sfaldare eccessivamente l’unghia. Utilizzare un buffer morbido subito dopo la lima, aiuta a ripristinare la consistenza dell’unghia e renderla lucida in maniera naturale.
Quanto alle cuticole, non è sempre un bene tagliarle o tirarle con gli specifici attrezzi che spesso causano piccole ferite brutte da vedere ma soprattutto fastidiose durante l’attività sportiva. Questa procedura, un po’ invasiva per così dire, è preferibile eseguirla con una frequenza di circa quindici o venti giorni.
Per la manicure settimanale, di ritocco o ogni qual volta si rinnova la nuance di smalto per unghie, è consigliabile spingere le cuticole all’interno con un bastoncino apposito e usare una lozione specifica oleosa che garantisce una riuscita impeccabile.
Per quanto riguarda la lunghezza e la forma delle unghie, rimane un aspetto molto soggettivo sia in termini di gusto che resistenza dell’ unghia. Ci sono donne che non possono far a meno di avere unghie molto lunghe ed essere in grado tranquillamente di svolgere attività fisica. Tuttavia la norma è avere unghie di media lunghezza con una forma leggermente arrotondata così da evitare spiacevoli rotture.
Una volta eseguita una buona e costante cura, ci si può sbizzarrire con le nuance preferite di smalti per unghie e la permanenza dello smalto è inoltre garantita anche grazie all’utilizzo di una base smalto, che precede la passata (o meglio ancora, la doppia passata) di colore e il top coat sigillante che viene applicato subito dopo il colore con lo scopo di fissare il pigmento e lucidare l’unghia.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Printfriendly

Cerca nel blog